THE LADYFilm molto bello, ma ancora più bella la figura della protagonista, uno degli eroi dei nostri tempi. OTTIMO

Mi ha colpito oltre alla storia, la vicenda famigliare, la scelta della protagonista tra la sua Patria e la famiglia. OTTIMO

Il diavolo ha sempre una divisa. OTTIMO

Bello perchè obbiettivo e perchè fotografa in maniera vera la realtà. OTTIMO

Per fotuna nostra siamo in un paese libero e non ci rendiamo conto di ciò che abbiamo. OTTIMO

Una vera lezione di vita. OTTIMO

Bellissimo e drammatico. Dice tutto e non ha bisogno di commenti. Scava anche nel lato privato e personale di chi ha voluto essere un’eroina non violenta. OTTIMO

Gran bel film…da diffondere!OTTIMO

La storia di una grande donna che ha potuto essere tale grazie al grande uomo che ha avuto al fianco sino alla fine. OTTIMO

Talmente reale da sembrare inverosimile. MOLTO BUONO

Bella la storia. Non convincente la resa cinematografica. SUFFICIENTE

Grande personaggio e vicenda storica. Il film però non riesce sempre a restituirne lo spessore. DISCRETO

THE LADYultima modifica: 2013-02-17T22:36:04+01:00da gdocinema
Reposta per primo quest’articolo

One Thought on “THE LADY

  1. In questi giorni ripensando al film, pur se considerando la protagonista una persona eccezionale nell’ambito storico, mi sono soffermato ad analizzarla come moglie ma soprattutto come mamma. Più volte il figlio manifesta il suo dispiacere nel non crescere con la mamma…La sua famiglia si dimostra molto disponibile, addirittura propongono la sua candidatura per il Nobel ma lei in cambio cosadàà?
    Obiettivamente fino alla malattia della madre, la protagonista ha vissuto in Inghilterra con la sua famiglia nella normalità anche se nel suo Paese la situazione non era prorpio rosea. Mi colpisce, pur rendendomi conto che quando si tocca con mano è diverso, che ad un certo punto la famiglia viene messa da parte a tal punto che anche il marito viene lasciato morire da solo e nemmeno l’invito del figlio serve a farla rientrare.
    La domanda che mi pongo: Ma perchè invece di trasferirsi in Inghilterra non è rimasta nel suo Paese a continuare l’opera iniziata dal padre? I suoi figli che hanno subito l suo abbandono come saranno cresciuti psicologicamente ed emozionalmente. Nel momento in cui si mettono al mondo figli ci assumiamo una responsabilità molto grande…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.

Post Navigation