POSTER

Una bella famiglia libera dall’ipocrisia della convivenza. I commenti un po’ compassati!  BUONO

 Con leggerezza affronta il tema dell’amore in famiglia, con le sue contraddizioni e l’affetto che ritorna. OTTIMO

 Molto bella e spontanea la recitazione. OTTIMO

 Commedia simpatica, brillante a momenti inquietante sulla difficoltà della famiglia a recuperare la gioia di stare insieme. OTTIMO

Mi è piaciuto che dietro ogni apparente insofferenza ci fosse sempre amore. MOLTO BUONO

Film gradevole, decisamente ottimista o quantomeno speranzoso sugli esiti che nella vita reale difficilmente si verificano. BUONO

Un film simpatico che in modo gradevole e “leggero” affronta il problema delle relazioni familiari soprattutto in una situazione di separazione e che alla fine ci lascia con la domanda: è possibile l’amore per sempre? BUONO

WEB

Il film fa riflettere sul senso di responsabilità e su come il fine giustifichi i mezzi, pur di ottenere a tutti i costi il risultato.  MOLTO BUONO

Ringrazio per la scelta di questo film, fatto molto bene ma che soprattutto ha smosso in me molte riflessioni, inquietudini e sentimenti: “La verità è la prima vittima della guerra”. Eschilo OTTIMO

Molto interessante come spunto di discussione ed apertura di tante tematiche. OTTIMO

[…Tante riflessioni che il film suscita sui nostri tempi: dalla guerra fatta di attentati ai civili senza scrupolo alcuno, alla risposta piena di remore sulle figura pubblica che farebbero i politici…] OTTIMO

Film di crescente intensità sugli “effetti” delle guerre, molto spesso mal percepiti. Gli e effetti sono devastanti e non dovremmo assuefarci. Il film non tratta invece le cause delle guerre ma non era evidentemente il suo scopo. Da vedere. MOLTO BUONO

 

WEB

Dramma troppo lontano dalla mia realtà e dai problemi attuali della società che mi circonda. BUONO

Molto crudo soprattutto per il protagonista. Alla fine la speranza ha il sopravvento. MOLTO BUONO

Molto bello e ricco di sentimenti. OTTIMO

Ottime interpretazioni degli attori protagonisti. Un film sul tempo e su come le relazioni possono “maturare” e sulla necessità di diventare adulti. OTTIMO

Film di profonda poesia sospesa tra il troppo vuoto e la pienezza della vita. OTTIMO

Nonostante la violenza il film è delicato e pieno di sensibilità sotto la maschera di chiusura e durezza. Si chiude nonostante tutto con un messaggio di speranza.Bellissime le musiche e i paesaggi che evocano solitudini, silenzi ma anche bellezza e imperturbabile serenità. Molto bello. OTTIMO

mail

Bello quanto alla memoria affermata. Sull’olocausto si intreccia la libertà d’opinione OTTIMO

Film appassionante intenso, su argomenti assai pesanti. La ricerca della verità resta un grande irrinunciabile ideale.

Molto interessante

Molto bello intenso, attori bravissimi. OTTIMO

Non un processo all’Olocausto bensì una causa per diffamazione. La strategia dello studio legale a difesa della professoressa punta a vincere. La libertà di parola rimane, a patto che sia attinente ai fatti e non viziata da secondi fini. DISCRETO

Regia e recitazione di grande qualità. Trama avvincente.Bisogna considerare che il riferimento all’Olocausto degli Ebrei non è il tema principale su cui si sviluppa la vicenda ma solo il soggetto sul quale sviluppare le azioni di accusa e difesa in base a principi di etica e morale non facilmente rappresentabili e sostenibili. I temi su cui si impernia la trama sono 2:

  1. Può essere accusato di falsità e/o negazionismo uno studioso che in base alle sue conoscenze sostiene una sua opinione, una tesi in evidente contrasto con le più certificate testimonianze?
  2. La logica direbbe di si, ma come viene rappresentato nel processo, risulta più efficace (per contrastare questa sua posizione) l’adozione di una strategia che non affronta il cuore del problema (l’olocausto) ma dimostra con abili argomentazioni che quanto sostenuto da Lipstad sulle affermazioni negazioniste degli scritti di Irving non è offensivo nei sui riguardi. La conclusione è in qualche modo un po’ amara, se si pensa che la verità, il sostenere il giusto potrebbero non essere riconosciuti e risultare non vincitori se non sostenuti da buoni argomenti e da validi esperti legali. OTTIMO Nico Zuffi

 

 

BLOG

Ottimo da tutti i punti di vista. OTTIMO

Molto bello, poetico, intenso , ricco di spunti di riflessione e di meditazione con varie chiavi di interpretazione. Effettivamente andrebbe rivisto più volte.  OTTIMO

Film ricco di spunti. Nell’ insieme comunque un invito all’azione positiva, all’apertura, alla fiducia. MOLTO BUONO

 Complicato ma affascinante. Ottima la gestione del dibattito. MOLTO BUONO

Molti spunti interessanti sulla necessità del dialogo, sulla necessità di cambiare il modo di pensare per entrare in comunicazione con l’altro, ma troppo cervellotico e con numerose contraddizioni nella rappresentazione del tempo circolare. DISCRETO

Interessante la riflessione sul tempo e sul linguaggio. Film di fantascienza atipico. MOLTO BUONO

Un film di fantascienza come non ho mai visto. MOLTO BUONO

Film da digerire con più visioni. Il professore mi ha aiutato molto a capire parecchi spunti davvero interessanti. BUONO

POSTER

Eccezionale la filmografia americana! Non siamo mai andati sulla luna. OTTIMO

Ottimo sia nella ricostruzione dei fatti che nella recitazione. Vero che è molto celebrativo del sogno americano, ma bravi loro che l’hanno voluto e vissuto.  OTTIMO

Molto emozionante. Bellissimo. Incoraggia a credere e a lottare per i propri sogni. Trasmette forza e coraggio. Uno dei film più belli mai visti sulla forza delle donne. OTTIMO

Una storia di donne vincenti per il loro valore e intelligenza; senza lotte e polemiche, vince la capacità che s’impone perché indispensabile al successo del team. Viene anche sottolineato che sono state ascoltate. Una storia vera importante da conservarne la memoria. OTTIMO

Vicenda ben rappresentata e molto coinvolgente. La segregazione razziale vinta solo per mera convenienza purtroppo a distanza di tanti anni e ancora presente in diverse situazioni della società statunitense. OTTIMO

Una storia di persone eccezionali al di là del genere e del colore della pelle! OTTIMO

Speriamo che questa apertura del mondo dei neri si sviluppi ancora perché ancora necessaria. MOLTO BUONO

 Film equilibrato e nello stesso tempo entusiasmante. MOLTO BUONO

 Ben recitato intenso emozionante. BUONO

 Emancipazione femminile e sogno americano. DISCRETO

 La filmografia americana ci consegna una autocelebrazione con lo stile consueto. Se da questo punto di vista il film risulta decisamente leggero rispetto i temi trattati dall’altra conferma ancora una volta la capacità di rendere in fiction avvenimenti storici spesso dimenticati. Quello che ne risulta è un buon film. BUONO

Si tratta di un bel film, ben costruito, ben interpretato e ben diretto,  che interessa e coinvolge lo spettatore sino alla fine. La vicenda riguarda la storia realmente accaduta di tre amiche afroamericane che, agli inizi degli Anni Sessanta del secolo scorso, sono riuscite, grazie alle loro capacità e al loro impegno,  ad affermarsi sul posto di lavoro, superando i pregiudizi molto rilevanti che la società americana di quel periodo riservava alla condizione femminile e alle persone di colore. E’ un film tipicamente americano, con forti e nette caratterizzazioni (che possono anche risultare eccessive) sia dei personaggi, sia delle situazioni, per cui talvolta sembra di assistere alla narrazione di una favola edificante ed a lieto fine, piuttosto che ad una vicenda reale, concretamente vissuta e profondamente sofferta.

 

BLOG

Ricchissimo di idee e di citazioni,  simpaticissimo e profondo. Eccezionale. OTTIMO

Tecnica di animazione splendida. Per quanto fantastica, la storia ci propone un futuro che non è escluso possa realizzarsi se non si pone termine all’accumulo di rifiuti di ogni genere, conseguenza di una crescita della popolazione che alla Terra ad un certo punto non potrà sostenere. OTTIMO

Mi è piaciuto tanto perché Wall-E era tanto simpatico e bravissimo perché ha salvato la piantina e la Terra.  OTTIMO

Ci fa riflettere; stiamo distruggendo tutto. Cosa lasceremo ai nostri figli, che esempio stiamo dando? MOLTO BUONO

Come tutti i film di animazione molto ricco di fantasia ma in diversi momenti poetico e stimolante. A parte alcuni passaggi un po’ caotici nella parte centrale del film veramente un gioiellino da vedere. MOLTO BUONO

Stiamo attenti a dove andiamo a finire! Un film delizioso ma chiaro! MOLTO BUONO

Molto positivo il commento alla Laudato si. Cura nelle relazioni tra uomini e Natura. BUONO

Inquietante vedere un mondo futuro pieno di nebbia e di rifiuti e gli uomini obesi condannati a vivere su un’astronave gestita da robot…Molto originale la storia affettiva dei due robot che dà speranza. BUONO

Film inquietante ed ironico allo stesso tempo. La morale direi che è quella che l’amore e l’istinto di sopravvivenza vinceranno quando l’uomo avrà annullato tutto ciò nei secoli ha costruito, lasciando dietro di se solo…”scovaze” . BUONO

Meglio la prima parte con squisite trovate molto interessanti (anche rispetto al vintage tecnologico) . OTTIMO

Cosa faccio io per tutto ciò che è scarto? Questo film mi ha fatto pensare. BUONO

PER BLOG DOMANI

Interessantissimo! Non possiamo perdere tempo. OTTIMO

Molto belle le riprese. Non so se è così semplice cambiare il mondo. BUONO

Film a tesi molto ideologizzato. Alcune cose sono interessanti, ma ci sono troppi argomenti trattati in maniera eccessivamente semplicistica, molte sciocchezze e affermazioni del tutto false. Gratuite e senza prove. SCARSO

Un quadro molto completo delle problematiche della nostra esistenza e i possibili rimedi per una armoniosa sopravvivenza affinché “Gaia” non si trasformi nella tomba del genere umano. MOLTO BUONO

 Film ricco di stimoli all’approffondimento. Non certo risolutore. Rimane, per essere un documentario, un prodotto fruibile che può avviare un sereno confronto su tematiche di interesse globale.  MOLTO BUONO

Una grande speranza… che può concretizzarsi! OTTIMO

Speriamo di farcela. OTTIMO

locandina WEB

Molto bello il commento del presentatore ma il film aveva delle contraddizioni: non mi è piaciuto il fatto che si empatizzi l’amicizia e poi ci sia il tradimento (nei confronti della moglie lasciata in Canada). DISCRETO

Semplice e profondo. Una trama leggera per evidenziare quanto siano importanti e possano essere complicate le relazioni sociali, soprattutto nel momento in cui ci si trova davanti alla morte. BUONO

Ci ha insegnato cosa è la vera amicizia. BUONO

Bellissimi i modi diversi di accompagnare. Quello dell’amico, quello del “padrone del teatro”, quello della cugina e degli altri personaggi; modi diversi ma tutti reali dettati dalla propria personalità e dal proprio rapporto con la morte. MOLTO BUONO

Film delicato, niente fuori posto, riflessivo sul tema della morte senza pietismi o moralismi. Infine un’educazione alla libertà di scegliere come morire. MOLTO BUONO

Ottima recitazione. L’ossessione della morte imminente appesantisce la storia; la scena esplicita di sesso si contrappone con un atto potenzialmente generatore di vita ma nel contesto alquanto sgradevole ed inopportuna. MOLTO BUONO

Attori di qualità che risultano con sguardi, battute e dialoghi del quotidiano, credibili ironici e probabilmente fin troppo debolmente umani. Ed in questo contesto che  rientra forse la relazione occasionale che sfocia in una scena, per certi versi spiazzante, verso la fine del film,  tra Tomàs e la cugina di Juliàn chiudendosi in un lungo pianto di desolazione trattenuto fino ad allora per l’amico. Altre motivazioni, che non saprei dare, renderebbero la vicenda probabilmente gratuita ed inutile. MOLTO BUONO

Commovente e coinvolgente, con utili indicazioni per come vivere e come morire. OTTIMO

Grande storia di amicizia in tutte le situazioni. OTTIMO

Tanti gli spunti di riflessione su un film molto bello. OTTIMO 

La morte? Argomento tabù. Grande umanità fra amici in un film ben fatto. OTTIMO

Commovente. OTTIMO

BLOG

Molto umano, fatto molto bene. MOLTO BUONO

Drammatico. Quando si è responsabili dei vite altrui alle volte sembra di non aver fatto abbastanza, ma possiamo fare solo ciò che è umanamente possibile fare. MOLTO BUONO

Si valorizza un eroe umile e questo è molto importante, la nostra società non deve dimenticare, ma imparare, ricordare tramandare azioni e uomini come questi; non fantasy ma realmente esistiti tra di noi. E il film valorizza l’evento. OTTIMO

Eccezionale la ricostruzione con una suspense ben dosata in crescendo fino alla fine. Ottimi flash back direi scanditi perfettamente al momento opportuno. OTTIMO

Buon film, un po’ troppo celebrativo del grande spirito di squadra americano. BUONO

Premetto che il film mi è piaciuto e che ritengo Eastwood molto bravo come regista. Il film, però, nonostante tratti di un fatto realmente accaduto (e del quale tutti hanno memoria), lo rielabora in maniera da sostenere la tesi del regista che vuole celebrare l’eroismo di cui sono capaci anche gli uomini normali in situazioni eccezionali. Per fare questo, Eastwood separa nettamente il bene dal male, il giusto dall’ingiusto. Egli deve trovare un’antitesi  all’altezza dell’eroe Sullimberg e degli eroici soccorritori, nonché della enorme gratitudine  e ammirazione dei salvati e dell’intera popolazione.  Eastwood trova questa antitesi nella commissione di inchiesta che, quindi, viene dipinta a tinte forti come stupida e ottusa; non a caso, egli si è guardato bene dall’interpellare i relativi componenti, diversamente di quanto ha fatto con tutti coloro che in qualche modo sono stati coinvolti nella vicenda. Pertanto, il film scende necessariamente nella retorica, in senso letterale; Sully, inoltre, è un uomo solo apparentemente normale, ma è del tutto eccezionale per quanto concerne freddezza e lucidità, oltreché capacità tecnica e professionale, nel valutare le situazioni in condizioni di fortissimo stress.