POSTER

Eccezionale la filmografia americana! Non siamo mai andati sulla luna. OTTIMO

Ottimo sia nella ricostruzione dei fatti che nella recitazione. Vero che è molto celebrativo del sogno americano, ma bravi loro che l’hanno voluto e vissuto.  OTTIMO

Molto emozionante. Bellissimo. Incoraggia a credere e a lottare per i propri sogni. Trasmette forza e coraggio. Uno dei film più belli mai visti sulla forza delle donne. OTTIMO

Una storia di donne vincenti per il loro valore e intelligenza; senza lotte e polemiche, vince la capacità che s’impone perché indispensabile al successo del team. Viene anche sottolineato che sono state ascoltate. Una storia vera importante da conservarne la memoria. OTTIMO

Vicenda ben rappresentata e molto coinvolgente. La segregazione razziale vinta solo per mera convenienza purtroppo a distanza di tanti anni e ancora presente in diverse situazioni della società statunitense. OTTIMO

Una storia di persone eccezionali al di là del genere e del colore della pelle! OTTIMO

Speriamo che questa apertura del mondo dei neri si sviluppi ancora perché ancora necessaria. MOLTO BUONO

 Film equilibrato e nello stesso tempo entusiasmante. MOLTO BUONO

 Ben recitato intenso emozionante. BUONO

 Emancipazione femminile e sogno americano. DISCRETO

 La filmografia americana ci consegna una autocelebrazione con lo stile consueto. Se da questo punto di vista il film risulta decisamente leggero rispetto i temi trattati dall’altra conferma ancora una volta la capacità di rendere in fiction avvenimenti storici spesso dimenticati. Quello che ne risulta è un buon film. BUONO

Si tratta di un bel film, ben costruito, ben interpretato e ben diretto,  che interessa e coinvolge lo spettatore sino alla fine. La vicenda riguarda la storia realmente accaduta di tre amiche afroamericane che, agli inizi degli Anni Sessanta del secolo scorso, sono riuscite, grazie alle loro capacità e al loro impegno,  ad affermarsi sul posto di lavoro, superando i pregiudizi molto rilevanti che la società americana di quel periodo riservava alla condizione femminile e alle persone di colore. E’ un film tipicamente americano, con forti e nette caratterizzazioni (che possono anche risultare eccessive) sia dei personaggi, sia delle situazioni, per cui talvolta sembra di assistere alla narrazione di una favola edificante ed a lieto fine, piuttosto che ad una vicenda reale, concretamente vissuta e profondamente sofferta.

 

IL DIRITTO DI CONTAREultima modifica: 2017-12-03T17:27:42+00:00da gdocinema
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.

Post Navigation